Gli strumenti tipici della terapia strategica, insieme con le competenze acquisite attraverso specifico percorso formativo post-lauream in materia di scienze criminologiche e psicologia giuridica, consentono ai nostri esperti di offrire consulenze tecniche in ambito civile e penale.

In caso di necessità, vale a dire in tutti i campi in cui sia indispensabile confrontarsi con la realtà tipica del diritto, in cui al giudice sta il compito di prendere decisioni che coinvolgono complessi sistemi di relazione come ad esempio le famiglie, ​il contributo dello psicologo giuridico è indispensabile laddove si ritenga essenziale lo svolgersi di indagini condotte da una persona che possegga specifiche competenze tecniche (art. 61 c.p.c., art. 220 c.p.p.).

La consulenza psicologica in ambito civile riguarda soprattutto l’​affidamento dei figli in caso di separazione e/o divorzio, affidamenti extrafamiliari, idoneità genitoriale, casi di riattribuzione del sesso, valutazione del danno alla persona​.

Il lavoro dello psicologo nel processo penale riguarda invece soprattutto la ​capacità di intendere e di volere e quindi l’imputabilità del reo, la pericolosità sociale, la capacità di rendere testimonianza e l’attendibilità della stessa​.